Skip to main content

La Parasha parla di un uomo che ha due mogli; uno che ama e uno che non gli piace. Entrambe le mogli hanno dato alla luce un maschio e la Torah dichiara che non può agire con preferenza verso il figlio prediletto rispetto al figlio secondario. Ciò significa che non può dargli lo status Bechor in cui il figlio preferito riceverebbe una doppia eredità.


Il Gra nel suo commento Kol Eliyahu, sottolinea che il pasuk inizia con la moglie e il figlio amati, indicando che è nato prima il figlio amato e poi è nato il figlio secondario. Perché il bambino amato non può ricevere il suo diritto di nascita se è nato prima? Inoltre, non è permesso vivere con una moglie che odia, quindi cosa significa questo?
Il Gra spiega che l’incidente è avvenuto in questo modo; Reuven sposò una donna, non le piaceva e divorziarono una settimana dopo il matrimonio. Subito dopo si risposò con una seconda moglie che diede alla luce sette mesi dopo, un maschio. Questo è il figlio dell’amore. Passa un altro mese e la moglie #1 ha dato alla luce suo figlio a termine di 9 mesi. Ora c’è una domanda su chi sarà il bechor? È il bambino di


la prima moglie che ha partorito per seconda, ma concepita prima? O è il figlio della seconda moglie che ha partorito per primo, anche se ha concepito in seguito?


La Torah ci insegna che il Bechor va al bambino che è nato secondo perché seguiamo il concepimento, non la nascita. Come recita il pasuk: “per lui è il suo vigore iniziale, per lui è il diritto del primogenito”. È chiaro, secondo la lettura del Gra in questo versetto, che il bechor a destra segue il concepimento.


Secondo Halacha, tuttavia, non seguiamo l’opinione del Gra che il primogenito sia determinato dal concepimento, piuttosto la nascita determina il diritto di bechor. Ma se lo volessimo capiremmo chiaramente che Yaakov Avinu è il Bechor poiché Chazel ci ha chiarito che è stato concepito per primo.

In ogni sentenza Halachik ci sono due o altre opinioni e l’Halacha ci dice come da seguire nei vari pareri .Questo stab sa che un’opinione non è sbagliata, e l’altro corretto, anzi sono entrambi corretti ma un’opinione è corretta al 51% l’altra al 49% corretta. Seguiamo quindi l’opinione più appropriata anche se è importante conoscere tutte le opinioni perché sono tutte veritiere. Questo significa che anche se l’opinione del Gra non è la sentenza halachica, mantiene il 49% di una visione corretta.


La Torah fa di tutto per farci sapere che Yaakov si stava aggrappando al tallone di Eisav per indicare che Eisav non era totalmente il primogenito. Ciò significa che Yaakov era legato in primo luogo, il che crea un dubbio su chi sia il vero primogenito bechor. La Torah chiarisce che non erano gemelli identici che sarebbero stati concepiti entrambi contemporaneamente, piuttosto gemelli fraterni poiché sembravano totalmente diversi. Inoltre, Yaakov è stato concepito per primo, il che gli conferisce ulteriormente lo status di bechor. Ora
non è più un’opinione del 51%-49% a favore di Eisav, poiché Yaakovs è aumentato del 49% da questi altri fattori che gli danno l’opinione della maggioranza e i diritti al bechor.


Yaakov essendo un uomo di verità ha insistito per fare una transazione, anche se era…
non necessario, per eliminare ogni dubbio che Eisav potrebbe avere in futuro. Poiché la vendita dei diritti di bechor è impossibile (è qualcosa di non acquistabile), è stato un gesto simbolico per chiarire i privilegi primogeniti a Yaakov per l’eternità.


Shabat Shalom

Rabbi Aaron Lankry